Arrosticini abruzzesi: cosa sono e come cucinarli direttamente a casa

Gli amanti della carne sicuramente conoscono anche i tipici arrosticini abruzzesi, uno dei piatti tipici dell’Abruzzo, noti non solo in Italia ma anche all’estero. 

Tuttavia, nonostante siano molto conosciuti, è difficile trovare degli arrosticini abruzzesi autentici, realizzati da un macellaio esperto in grado di replicare la lavorazione e la preparazione richiesta dalla tradizione. 

Arrosticini abruzzesi: come si fanno e cosa sono

Gli arrosticini abruzzesi, come tutti sanno sono dei veri e propri spiedini di base di carne, solitamente quella di pecora o di agnello. 

Per poter fare gli arrosticini, il macellaio deve tagliare la carne dell’ovino in cubetti piccoli, solitamente con una grandezza di circa 1 cm. Una volta tagliati i cubetti, questi dovranno essere infilati negli spiedini di legno a mano. 

Insieme alla carne magra di ovino, solitamente sono inseriti all’interno dello spiedino anche dei piccoli cubetti di grasso, i quali sulla brace tenderanno a sciogliersi, arricchendo maggiormente il sapore autentico dell’arrosticino abruzzese.

Come si devono cucinare gli arrosticini abruzzesi

La tradizione abruzzese tramandata nel tempo, vuole che gli arrosticini abruzzesi vengano cucinati con un attrezzo specifico, il quale viene chiamato “fornacella”. Si tratta di un canale in cui è contenuta la brace, che permette che gli spiedini vengano poggiati sopra senza essere poggiati sulla brace. 

Per quanto riguarda la preparazione della brace, questa potrà essere preparata sia con la tradizionale carbonella che con gli altri prodotti tipici utilizzati per alimentare le fiamme. 

Quando vengono posti gli arrosticini sulla brace, bisognerà girarli su ogni lato, e soltanto alla fine della cottura andrà aggiunto il sale. 

Una volta terminata la preparazione degli arrosticini, questi sono pronti da mangiare, come vuole la tradizione, con le mani. È possibile accompagnare il piatto con gli arrosticini abruzzesi con un qualsiasi contorno, in particolare con dell’insalata o delle patate.