Quali tipi di cerniere per mobili scegliere

Quando si desidera costruire arredamento con il fai da te o se si desidera modificare quello già esistente c’è un elemento che non deve mai mancare nell’acquisto. Le cerniere per mobili sono un elemento essenziale, infatti servono per poter aprire e chiudere le ante di un mobile in totale sicurezza evitando che questa sbatta o che non si apra in modo corretto.

Le cerniere per mobili sono solitamente scelte in modo estetico per mimetizzarsi e nascondersi ma sono anche disponibile in tantissime tipologie differenti, per chi si affida da poco al fai da te potrebbe essere difficile scegliere tra cerniere in mezza battuta, cerniere ammortizzate, cerniere in battuta, quelle scorrevoli, a scomparsa o per ante a ribalta. La tipologia spesso identifica il fine stesso delle diverse cerniere per mobili ma scopriamole nel dettaglio.

Tipologie di cerniere per mobili

Tra le tipologie di cerniere per mobili ci sono le invisibili da incasso che sono utili per apertura a 180 gradi e vengono scelte soprattutto per i mobiletti non essendo visibili. L’apertura a scatto è invece una delle più frequenti, consente una rotazione ridotta di soli 170 gradi ed è ottima per avere una chiusura automatica se l’antina è vicina alla chiusura.

Le cerniere per ante a ribalta ovviamente vanno ad occuparsi delle ante a ribalta e servono quindi per ammortizzare la chiusura e consentire il loro regolare funzionamento; il nome è chiaro anche per quelle scorrevoli che sono utilizzate ad esempio in alcune dispense e madie ma anche negli armadi che non scelgono l’anta a battente.

Se stai cercando un’idea per rinnovare casa dando nuova vita ai vecchi mobili o se vorresti provare a costruire da solo i mobili affidati a Furninsingidea, un marchio specializzato pronto a proporre tantissime diverse tipologie di cerniere per mobili per rispondere alle singole esigenze arrivando a selezionare quelle migliori sul mercato europeo.