arredamento

Laminati effetto legno: la soluzione ideale per i tuoi pavimenti

Per la pavimentazione della tua abitazione scegli i laminati effetto legno, per avere sia l’eleganza del legno sia la resistenza del laminato.

Prima di tutto, per parlare dei laminati effetto legno, è giusto fare chiarezza su questa tipologia di materiale. Si tratta di uno dei materiali più utilizzati al giorno d’oggi per l’arredamento di casa, in quanto è economico ed è capace di imitare esteticamente tutte le superfici del parquet, prestandosi perciò ad acquisti non troppo esosi, permettendo allo stesso tempo di non rinunciare a certi sfizi.

Il laminato è formato da più strati:

  • un film protettivo molto resistente (overlay);
  • un foglio decorativo che imita l’essenza lignea;
  • un pannello HDF;
  • una contro-bilanciatura, che contribuisce a mantenere la stabilità del prodotto (solitamente materiale plastico).

I laminati effetto legno sono formati da plance ad incastro a click, pertanto non necessitano di alcun tipo di colla. Permettono quindi di diminuire i costi della posa rispetto ad altri materiali e, se il pavimento sottostante è in buone condizioni, si possono installare i laminati effetto legno in sovrapposizione ai vecchi pavimenti, senza bisogno di rimozioni e demolizioni.

I pavimenti in laminato effetto legno, con classe di resistenza AC5 e AC6, sono una soluzione molto più resistente ai colpi e allo sfregamento di un pavimento in legno.   Il pavimento in laminato con decoro ligneo  è davvero molto bello e funzionale. È la scelta ideale per chi desidera un pavimento con effetto parquet, ma più resistente all’usura e al cambiamento cromatico. Imita al meglio e in modo molto veritiero il parquet ed oggi si è arrivati davvero ad un’eccellente compromesso estetico, basti vedere i pavimenti in laminato Parkover, che hanno un grado di realismo incredibile, soprattutto se scelti nelle varianti con superficie sincronizzata. Sincronizzato significa che lo strato protettivo superficiale è sincronizzato con la stampa fotografica sottostante, di conseguenza la stampa renderà l’idea di una superficie con più cromatismi chiari e scuri; e la stampa sarà comunque bidimensionale.