Contraccezione d’emergenza: la pillola del giorno dopo

Cos’è la pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo è una contraccezione d’emergenza utilizzabile nel momento in cui si è avuto un rapporto sessuale a rischio di gravidanza. Deve essere assunta il prima possibile, e mai oltre i tempi segnalati nel bugiardino. In commercio esistono due tipi di pillola del giorno dopo:

  1. la pillola tradizionale, il cui principio attivo è il levonorgestrel, è efficace solo dal 52% a 94% e va assunta il prima possibile  (12/24 ore) dopo un rapporto a rischio di gravidanza e comunque entro 72 ore;
  2. ellaOne, chiamata anche “pillola dei cinque giorni dopo”, a base di ulipristal acetato, è efficace al 98% e va assunta il prima possibile  (12/24 ore) dopo un rapporto a rischio di gravidanza e comunque non oltre 120 ore.

Le pillole del giorno dopo sono acquistabili in farmacia o in parafarmacia, senza ricetta in caso di maggiore età, o con la prescrizione medica per le minorenni.

Come funzionano le pillola del giorno dopo?

Le pillole del giorno dopo sono medicinali in grado di prevenire una gravidanza perché spostano l’ovulazione in avanti di qualche giorno rendendo così inattivi gli spermatozooi eventualmente entrati nei genitali femminili.

Quando è il caso di utilizzare la pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo può essere assunta quando si sono avuti rapporti sessuali non protetti, ovvero quando il preservativo si è rotto o si è sfilato; quando il diaframma si è sfilato o non è stato inserito correttamente; quando non è stato usato alcun contraccettivo o si è praticato il coito interrotto. Può essere utilizzata anche in caso si sia dimenticato di prendere la pillola contraccettiva oltre le 12 ore dall’ora standard di assunzione; di inserire l’anello o di applicare il cerotto contraccettivo nei tempi previsti.